#UnSoloLuogo

Un solo luogo. Nei libri si fondono emozioni e pensieri, si ritrovano parti di vissuto e prendono forma progetti. Provate a pensare all’ultima volta che leggendo vi siete calati nella narrazione o che avete compreso il vostro sentire perché il personaggio di una storia viveva una situazione simile alla vostra. Probabilmente, non molto tempo fa. Partendo da queste considerazioni è nato l’evento #ReadYourLife: vita, emozioni e libri. Un solo luogo targato PerfectBook per il Salone del Libro di Torino di quest’anno: abbiamo però voluto aggiungere ancora un tassello, sottolineare il valore del piacere e della creatività.

Così, la giornalista Carlotta Vissani ha moderato una tavola rotonda a cui, oltre a noi, hanno preso parte Anna Da Re, Giuseppe Lupo e Noemi Cuffia (le “tre penne” del nostro blog) e Giovanni Correggia dell’azienda vinicola Matteo Correggia che ha ideato le Librottiglie (vi invitiamo a scoprire questi vini del Roero a cui sono abbinati differenti racconti).

La lettura è sempre un fatto personale, ma non necessariamente una “questione privata” perché richiama pensieri e scatena risposte che coinvolgono anche chi ci sta attorno. “I libri salvano” ha sottolineato Giuseppe Lupo, ricordando come proprio la tragedia del terremoto del 1980 in Irpinia l’abbia reso consapevole che “i libri hanno il potere di conservare ciò che potrebbe andare distrutto”. I libri raccontano la vita e tante storie che “vanno protette e non temute” ha aggiunto la giornalista.

“I libri danno voce alle nostre emozioni. Ci aiutano a comprendere parole e emozioni – ha sintetizzato Anna Da Re – Lavorando ho scoperto libri che altrimenti non avrei letto”. Leggere per professione non è come leggere per passione: l’approccio è diverso, la scelta è vincolata nel primo caso ma si possono incontrare storie che stupiscono e entrano in dialogo con il lettore che vuole lasciarsi mettere in gioco. “La lettura è magia – ha aggiunto Noemi Cuffia – Il modo più normale per capire le emozioni è comunicarle agli altri”.

Tutto questo e molto altro ancora è #ReadYourLife.

Commenta per primo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *