#UnPoDiTempoPerSé

Non so voi. Ma le mie vacanze, pur essendo state bellissime, erano piene zeppe. Di cose da fare, persone da vedere, luoghi da visitare, libri da leggere.

Leggevo un post su Facebook, purtroppo non mi ricordo di chi, che raccontava il proprio figlio adolescente immerso nella lettura tutta estate, a divorare classici e non. E ricordava la sua adolescenza di lettura, e come poi quel tempo che era assoluto e sconfinato sia diventato, man mano che la lettura diventava il suo mestiere, sempre più frammentato, interrotto.

La lettura non è il mio mestiere ma per lavoro leggo molto. Ne sono felice e ho anche raccontato come mi sia avvicinata a libri e scrittori che non avrei scelto spontaneamente, e sarebbe stata una perdita. Ma ne sono anche vittima, perché le letture scelte e solo mie finiscono per essere solo dei momenti.

Però, in tutta onestà, che momenti! Momenti solo per me.

La sera tardi, prima di spegnere la luce, nel silenzio assoluto in riva al lago. Un pomeriggio libero, una terrazza assolata, un cane accoccolato di fianco. Sull’aereo, un lungo volo transatlantico che invece di noia per me vuol dire viaggio nel viaggio.

Sì, un libro è un momento solo per me.

A cui non rinuncerei mai!

Commenta per primo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *