#libridineve

La neve per certi aspetti è un po’ come la terra su cui si posa: bella e imprevedibile, incantata oppure minacciosa, amica o nemica. La neve di questi giorni sta avvolgendo alcune parti d’Italia, lasciando stupiti tutti. Talvolta è buona e indulgente, talvolta invece pericolosa.

Come lettrice, amo i “libri di neve”. Ogni anno in inverno ci vado con la mente e qualche volta anche fisicamente torno a sfogliare alcuni testi che la neve ce l’anno tra le maglie della trama o nel titolo.

La neve è sempre un personaggio letterario, al pari dei personaggi “umani”. Nei romanzi o nei racconti, ha sempre un ruolo ben preciso. Se ci pensate, anche nelle nostre vite. Tutti possiamo andare indietro nella memoria, e ricordare “quella” nevicata (per me è rimasta storica una nevicata della mia infanzia, nel 1990). Oppure possiamo andare avanti, e immaginarci, sognare, sperare nella magia della prossima. Ecco dunque tre consigli bianchi e innevati da leggere:

1) Da Gente di Dublino di James Joyce, il racconto “I morti”. Siamo nella Dublino di inizio Novecento e tanta neve così non si era mai vista. Tutti sono colpiti dall’evento e dalla quantità di fiocchi che si posano sulla città. I fiocchi si posano anche in modo metaforico sui personaggi, sui loro animi. Questo racconto vi resta in mente come il gelo e come la bellezza assoluta, per me è diventato davvero uno dei “racconti della vita”.

2) Il sergente nella neve di Mario Rigoni Stern. Gennaio 1943, ritirata di Russia: l’autore, in questa narrazione autobiografica, racconta con una scrittura densa ed emotiva, la difficile storia della sua esperienza come sergente maggiore. La neve qui è onnipresente, un paesaggio che fa da sfondo all’estrema fatica della condizione umana, esacerbata dalla guerra, nello sforzo di sopravvivere.

3) La figlia delle nevi di Jack London. Siamo ancora a inizi Novecento e Jack London racconta, nel suo romanzo d’esordio, di un personaggio femminile forte e memorabile. Frona Welse ha infatti un carattere forte e non convenzionale e le sue avventurose vicende si svolgono sullo sfondo della corsa all’oro del Klondike.

Questi erano solo tre suggerimenti, ma le storie di neve non finiscono certo qui. La magia della neve si ricrea ogni anno, così come i suoi aspetti più misteriosi, e sarà interessante leggere come nel futuro verrà ancora raccontata.

Commenta per primo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *